Il Teatro Brancati presenta la NUOVA STAGIONE 2022/23!

Dal 10 novembre
PIPINO IL BREVE
di Tony Cucchiara
regia Giuseppe Romani
con Tuccio Musumeci
Margherita Mignemi, Olivia Spigarelli, Emanuele Puglia, Evelyn Famà
Spettacolo storico per la città di Catania che, dal 1978 ad oggi, ha girato tutto il mondo. Composto da Tony Cucchiara, con la collaborazione ai testi di Renzo Barbera e con in scena, da 44 anni, Tuccio Musumeci, che di questo lavoro è interprete magistrale, un tutt’uno con il personaggio. Completano la bellezza di questo spettacolo le armature dei Pupi Siciliani dei Fratelli Napoli e le coreografie di Silvana Lo Giudice.

Dal 29 novembre
QUE’ SERA
di Roberta Skerl
regia Paolo Triestino
Roberta Skerl affronta con ironia, poesia e leggerezza, temi scomodi ma di grandissima attualità. Que sera è la storia di un’amicizia indissolubile. I tre protagonisti – un tempo giovani compagni di scuola e oggi adulti immersi ciascuno nelle relative esistenze – vengono travolti da un’inattesa e scioccante notizia che mette a dura prova il rapporto. Ma è attraverso questa difficoltà che il testo celebra il valore inestimabile dell’amicizia.

Dal 15 dicembre
RUMORI FUORI SCENA
di Michael Frayn
regia Nicasio Anzelmo
con Guia Jelo
Debora Bernardi, Filippo Brazzaventre, Plinio Milazzo
Rumori fuori scena è un grande classico della commedia britannica firmato da Michael Frayn.  Uno spettacolo metateatrale che mette in scena le vicissitudini di una compagnia teatrale durante le prove e le recite di uno spettacolo, dovute alle difficoltà del testo messo in scena e alle dinamiche relazionali tra gli attori stessi. In questa edizione siciliana diretta da Nicasio Anzelmo, sono garantite risate e un ritmo travolgente.

Dal 12 gennaio
METTICI LA MANO
di Maurizio De Giovanni
regia Alessandro D’Alatri
con Antonio Milo, Adriano Falivene, Elisabetta Mirra
Uno spettacolo che nasce come una costola della saga de Il commissario Ricciardi, grande successo televisivo. Due tra i volti più colorati si staccheranno dalle vicende del filone corale del Commissario e torneranno a raccontarsi dal vivo con il pubblico: il brigadiere Maione e il femminiello Bambinella. Troveremo la città di Napoli devastata dalle conseguenze del nazifascismo, martoriata dai bombardamenti, ma mai priva di umanità e di amore per la vita. In scena i due attori che hanno interpretato la serie tv: Antonio Milo e Adriano Falivene, diretti da Alessandro D’Altari.

Dall’ 8 febbraio
MORTE DI UN COMMESSO VIAGGIATORE
di Arthur Miller
regia Nicola Alberto Orofino
con Miko Magistro
Uno dei testi più importanti del teatro contemporaneo statunitense, Morte di un commesso viaggiatore affronta i temi del conflitto familiare, della critica al sogno americano e della responsabilità morale dell’individuo. Uno spettacolo dinamico e ricco di tensione drammatica che vanta precedenti nazionali e internazionali di grandissimo spessore. Alla prova di questa nuova edizione, il regista catanese Nicola Alberto Orofino.

Dal 16 febbraio
FUNERALE D’INVERNO
di Hanoch Levin
regia Armando Pugliese
con Angelo Tosto, Margherita Mignemi, Olivia Spigarelli,
Plinio Milazzo, Emanuele Puglia, Agostino Zumbo
Funerale d’inverno – Un burlesque in otto scene è uno spettacolo esilarante dell’autore israeliano Hanoch Levin. Un testo ricco di paradossi che dalla prima all’ultima scena è un susseguirsi di azioni fuori controllo, grottesche, sorprendenti, esilaranti e che dal realismo tipico delle commedie va incontro al teatro dell’assurdo. Alla regia, un grande amico del Teatro della Città, il maestro Armando Pugliese.

Dal 28 febbraio
I CAMBI DI STAGIONE
di Lionel Goldstein
regia Francesco Calogero
con Maurizio Marchetti, Antonio Alveario
I cambi di stagione è una commedia drammatica inglese rappresentata in tutto il mondo e presentata per la prima volta in Italia dalla compagnia Nutrimenti Terrestri. Due uomini non più giovani si conoscono in un cimitero ebraico: sono molto diversi per carattere, estrazione sociale e credo religioso, eppure c’è qualcosa che li unisce. E le reciproche rivelazioni sono destinate a sconvolgere le loro vite. In scena i due attori messinesi Maurizio Marchetti e Antonio Alveario, noti anche per le loro interpretazioni al cinema e in tv, qui diretti dal regista cinematografico Francesco Calogero.

Dal 9 marzo
L’AMANTE
di Harold Pinter
regia Veronica Cruciani
con Viola Graziosi, Graziano Piazza
“L’amante” è un atto unico del premio Nobel Harold Pinter che dalle prime battute può sembrare una commedia basata sul più classico dei triangoli amorosi. Un testo che ha un sapore pirandelliano, uno spettacolo intrigante che riflette sulla mancanza di comunicazione, sulla perduta semplicità e spontaneità di un incontro che riesce a concretizzarsi solo nella finzione del gioco erotico e amoroso. Testo, regia e interpreti, promettono uno spettacolo da non perdere. 

Dal 22 marzo
LA VITA E’ UN SOGNO
di Pedro Calderon De La Barca
regia Giuseppe Dipasquale
con Mariano Rigillo
Ruben Rigillo, Silvia Siravo, Angelo Tosto
Filippo Brazzaventre, Cosimo Coltraro, Federica Gurrieri, Valerio Santi
La vita è un sogno è considerato un capolavoro della cultura occidentale. Un dramma filosofico in tre atti che si interroga sul rapporto tra sogno e realtà. Un’opera in cui l’intera esistenza è sogno, caratterizzata quindi da illusorietà e fugacità del tempo. Un’avvincente trama che ha il fascino di una fiaba oscura. A dare nuova vita alle parole del grande drammaturgo spagnolo, sarà il regista Giuseppe Di Pasquale.

Dal 13 aprile
LA PENSIONE EVA
di Andrea Camilleri
regia Giuseppe Dipasquale
con Tuccio Musumeci

In prima nazionale va in scena La pensione Eva che dà seguito alla felice collaborazione tra Andrea Camilleri e Giuseppe Di Pasquale. Tratto dall’omonimo romanzo dell’autore del commissario Montalbano, lo spettacolo è ambientato negli anni Trenta nel casino di Vigata, da cui transitano personaggi diventati iconici della bibliografia dell’autore. Interprete principale della commedia è Tuccio Musumeci: risate assicurate quindi.


FUORI ABBONAMENTO
Dal 17 marzo
LA LUPA
di Giovanni Verga
regia Donatella Finocchiaro
progetto drammaturgico e collaborazione alla regia Luana Rondinelli
con Donatella Finocchiaro, Bruno Di Chiara
Spettacolo in opzione in scena presso il Teatro Verga
Tra le novelle più celebri di Giovanni Verga, La lupa è lo spettacolo che vede il debutto alla regia teatrale di Donatella Finocchiaro che ne è anche interprete principale. Un cast e uno staff di grandissimo livello che contribuiscono alla realizzazione di uno spettacolo di grande impatto visivo ed emotivo. Prodotto dal Teatro della città in collaborazione con il Teatro Stabile di Catania. Spettacolo in opzione in scena presso il Teatro Verga.

Dal 9 Giugno
L’ALTALENA
di Nino Martoglio
regia Giuseppe Romani
con Tuccio Musumeci, Miko Magistro, Guia Jelo
Spettacolo in opzione in scena presso il Teatro Brancati
Altro grande classico della tradizione teatrale catanese. L’altalena di Nino Martoglio è uno di quegli spettacoli da vedere e rivedere. Un cast di mostri sacri – Tuccio Musumeci, Miko Magistro, Guia Jelo – amatissimi dal pubblico della città e non solo, interpretano dei personaggi esilaranti diventati ormai iconici. La regia è di Giuseppe Romani. Spettacolo in opzione in scena presso il Teatro Brancati.

Orari botteghino: dal lunedì al sabato | 9:30/13:00 – 16:00/19:30
Info: 095530153 – 095531018 – 3345683715
Vi aspettiamo!

CON IL PATROCINIO ED IL CONTRIBUTO DI

X