Mercoledì 20 luglio alle 21, a Villa San Saverio, va in scena lo spettacolo “Medea“, scritto da Jean Anouilh e diretto da Sebastiano Mancuso, con Luana Toscano, Liborio Natali, Antonella Scornavacca, Santo Santonocito e Sarah Zuccarello.

La “Medea” di Jean Anouilh è un’opera nata nel 1946 che riflettendo alcune delle sollecitazioni morali del periodo come l’esilio, l’omicidio e l’avversione indiscriminata nei confronti degli stranieri, sentimenti di odio che oggi a distanza di oltre settant’anni sono, purtroppo, estremamente attuali.

Questa messa in scena non vede una Medea classica, ma estremamente innovativa attraverso un’introspezione psicologica dei personaggi. Gli autori hanno cercato di portare in scena le anime dei protagonisti con i loro sentimenti spogliati di ogni orpello mitico-mitologico, cercando di estrapolare una visceralità profonda, carnale e soprattutto attuale.

La struttura drammaturgica molto forte rende questa Medea unica e diversa con il preciso obiettivo di scoprire la complessa umanità dei Miti antichi, così lontani nel tempo eppure così vicini alle paure della società di oggi.

Una scena scarna vede al centro una priamide che ricorda nello stile quella delle popolazioni indigene americane, grandi altari dove avvenivano i sacrifici umani. E’ composta da sette scalini, numero simbolo per eccellenza della ricerca mistica che rappresenta ogni forma di scoperta e conoscenza.

Biglietti
Intero: 10 euro
Ridotto personale Unict: 7 euro
Ridotto studenti: 5 euro

L’evento è organizzato da Teatro della Città – Centro di Produzione Teatrale (con Artelè e Associazione Città Teatro) | Scuola Superiore di Catania.

CON IL PATROCINIO ED IL CONTRIBUTO DI

X