La leggenda di Colapesce apre la NUOVA STAGIONE PER BAMBINI E RAGAZZI del Piccolo Teatro della Città.  lo spettacolo dell’Associazione Arte Pupi Fratelli Napoli sarà in scena domenica 5 dicembre alle 17:30.

Si narra che intorno all’anno 1230 viveva in Sicilia, un prodigioso pescatore bello e forte, di nome Cola che aveva la capacità di nuotare come un delfino e di rimanere sott’acqua per molto tempo. Talmente grandi erano le sue abilità che la gente gli aggiunse il nomignolo di Pesce. All’eroe anfibio della mitologia siciliana è dedicato lo spettacolo La leggenda di Colapesce che, proposto da Associazione Arte Pupi Fratelli Napoli inaugura domenica 5 dicembre alle ore 17.30 al Piccolo Teatro della Città la Stagione Ragazzi (info allo 095.530153). Lo spettacolo interattivo con tecnica mista – cantastorie, attori, burattini e pupi di stile catanese, nel tipico stile della Marionettistica fratelli Napoli – mette in scena la storia di Colapesce, simbolo stesso delle profondità marine. La sua fama del giovane, infatti, cresceva tanto che quando venne a Messina l’imperatore Federico II volle conoscerlo personalmente: egli recava con sé una figliola bella come un raggio di sole cui voleva cerca un marito degno di lei, bello e prode, e bandiva giostre e tornei. Ma nessuno ancora era piaciuto alla superba fanciulla, e molti impavidi erano morti per lei in avventure e imprese impossibili. Anche Colapesce fu sottoposto ad alcune prove della sua straordinaria capacità di nuotatore e durante una queste, egli scopre qualcosa di vitale importanza per la nostra Sicilia. Che cosa? Lo scopriremo in una favolosa leggenda tutta siciliana.

CON IL PATROCINIO ED IL CONTRIBUTO DI

X